Chat BDSM dal vivo per perversioni inconfessabili

Il BDSM è un mondo intrigante e ricco di emozioni forti per chi ne fa già parte, ma continua a generare sospetto e ritrosia per tutti coloro che non lo conoscono.
Proprio per questi ultimi abbiamo pensato di fornire alcune nozioni basilari sul mondo BDSM prima di addentrarci nell’argomento specifico di questa guida (le chat BDSM).

Con il termine BDSM – il cui acronimo sta per Bondage / Disciplina / Dominazione / Sottomissione / Sadismo / Masochismo – si fa riferimento ad una serie di giochi di ruolo e pratiche erotiche che si basano sul dolore e il disequilibrio di potere tra due o più partner adulti e consenzienti: tali pratiche hanno la peculiarità di dare piacere fisico e mentale a coloro che decidono di attuarle.

Coloro che amano questo mondo, al contrario di quanto si possa pensare, sono persone aperte e con meno nevrosi rispetto alla maggior parte degli individui, proprio perché riescono ad esprimere liberamente i propri desideri più nascosti.

Nel rapporto BDSM la logica del disequilibrio di potere prevede che ognuno abbia un ruolo:

  • il master o la mistress (la parte dominante);
  • lo slave (la parte sottomessa);
  • gli switch (coloro che vogliono alternarsi nei due ruoli).

Non sempre nei rapporti BDSM è previsto l’orgasmo, visto che il piacere che è alla base di questi giochi è soprattutto mentale, e deriva dall’umiliazione, dalla sottomissione e dall’impotenza ( nel caso dello “schiavo”) oppure dalla sensazione di onnipotenza e totale controllo (nel caso del “dominante”).

Un aspetto assolutamente essenziale in questo genere di giochi è l’accordo che si instaura tra i partner, nel quale si specifica quali sono le cose che possono e non possono essere fatte durante il rapporto, tant’è che è prassi diffusa definire una “parola di sicurezza” da utilizzare quando si vuole interrompere una determinata pratica.

Dopo questa breve introduzione, anche il lettore a digiuno di BDSM è pronto per addentrarsi in un territorio ancora più specifico e altrettanto stuzzicante: le chat BDSM.

Come scegliere le migliori videochat BDSM

Fra i tanti portali di incontri BDSM, non potevano mancare ovviamente anche i siti che permettono di mettersi in contatto con tante Mistress o Schiave anche a distanza, e che permettono di usufruire, in molti casi, del servizio di videochat.

Per poter scegliere la migliore chat BDSM dal vivo, dove conoscere Mistress e Schiave che si esibiscono in diretta con la loro webcam, occorre chiaramente sapersi muovere nel mondo del dating online.

Se non è il vostro caso, nessun problema visto che questo articolo è indirizzato soprattutto a coloro che non si sono mai approcciati al dating online di tipo BDSM.

Nelle righe che leggerete, non troverete consigli di siti specifici, ma soltanto alcuni preziosi suggerimenti per potersi orientare fra le centinaia di portali di incontri online dedicati al mondo del fetish e del BDSM in particolare.

La chat BDSM più adatta alle vostre esigenze

Il primo criterio che reputiamo importante per scegliere il portale adatto alle vostre esigenze è che ovviamente il portale ospiti profili reali e verificati, e non profili fittizi (prassi purtroppo comune in alcuni siti di scarsa qualità).
Non è sempre facile capire quale sono gli indizi che distinguono un sito serio da uno non affidabile: in questi casi il nostro consiglio è fare delle ricerche sui diversi forum di settore, dove gli utenti stessi commentano i siti e valutano la loro credibilità.
Il secondo criterio riguarda il rispetto della sicurezza e della privacy dell’utente. In questo caso è possibile farsi autonomamente un’idea sulla qualità del sito, sin dai primi passi che l’utente deve compiere per registrarsi. Nella maggior parte dei siti infatti non è richiesto nessun documento d’identità ma solo pochi dati personali e la propria mail.
Il terzo criterio da valutare è sicuramente la semplicità dell’iscrizione: che nessun utente abbia voglia di perdere tempo in registrazioni lunghe e farraginose è cosa fin troppo ovvia! Solitamente i siti ben fatti si limitano a chiedere pochi dati personali, una mail e la compilazione del proprio profilo utente, affinchè le informazioni immesse aiutino ad affinare al meglio la ricerca.
Nel caso di una chat BDSM bisognerà dichiarare, ad esempio, qual è il proprio ruolo (padrone, schiavo, switch) e quali sono le pratiche specifiche che vi interessano ( bondage, feticismo, travestimento, utilizzo di fruste, fisting etc.)
L’inserimento di una foto ben curata, inoltre, contribuisce in modo rilevante a trovare il partner adatto alle vostre esigenze.
Il quarto criterio che riguarda “il cuore” di questa tipologia di portali, è l’assortimento e la possibilità di interazione negli spettacoli live. Solitamente questi portali permettono di interagire con numerosi utenti tramite le chat sia pubbliche che private (quasi sempre gratuite), di assistere (sempre in forma gratuita ed anonima) ad una serie di spettacoli live, ma in alcuni casi per ottenere degli show privati, gli utenti possono chiedere un compenso monetario.
Tutti questi aspetti variano chiaramente da sito a sito e dalla tipologia di utenti con cui si chatta (in casi di utenti amatoriali è anche possibile incontrarsi dal vivo, cosa più difficile con utenti semi-pro) e sta al gusto soggettivo di ognuno capire qual è quello che fa al caso suo.

Un consiglio generale che ci teniamo a ribadire e che vale per tutti i siti, e quindi anche per le videochat BDSM, è cercare informazioni specifiche in rete da altri utenti che hanno utilizzato il sito di vostro interesse, e che, spesso in forum tematici, commentano le loro esperienze con i diversi siti.
Nel nostro caso, pur non occupandoci di siti specifici, abbiamo deciso comunque di allegare un paragrafo con le opinioni di alcuni utenti che hanno utilizzato le videochat BDSM: siamo sicuri che tali testimonianze potranno esservi d’aiuto nel chiarirvi ulteriormente le idee su questo ambito affascinante e trasgressivo.

Opinioni di chi ha utilizzato video chat BDSM

Luca N. 24 anni, Novara: “ E’ da poco che conosco il mondo BDSM e le videochat sadomaso mi sono sembrate il giusto compromesso per entrare a gradi in questo mondo che allo stesso tempo mi affascina e spaventa. Devo dire che a volte si fanno incontri interessanti, altre volte si trovano escort in incognito, ma nel complesso non manca la varietà di situazioni!”

Massimo P. 46 anni, provincia di Caserta: “Ormai conosco questo mondo da dodici anni e non mi sono mai fatto mancare esperienze di tutti i tipi: possiamo dire che sono ormai un Master professionista a tutti gli effetti. Negli ultimi tempi però le situazioni che vivevo cominciavano a diventare sempre ripetitive e monotone, e questo chiaramente non va bene. Aggiungi pure il fatto che solitamente mi muovo nell’ambito BDSM di Campania e Lazio e prima o poi, dopo 12 anni di scorrerie, finisci col conoscere quasi tutti. Proprio perché cercavo nuovi stimoli e soprattutto nuove conoscenze, ho deciso di iscrivermi in un paio di chat BDSM e per ora devo dire che l’interazione virtuale mi stuzzica non poco perché ha il raro dono di creare attesa e mistero: proprio per questo ho deciso di non incontrare ancora nessuno, voglio che il gioco continui in questo modo!”

Dario S. 35 anni, provincia di Roma: “L’esperienza di essere dominato via cam è stata davvero un’esperienza unica ed eccitante! Sono iscritto ad una sola videochat, perché ho trovato da subito quello che cercavo: padrone mature a cui obbedire senza ritegno alcuno! Ancora non sono riuscito ad incontrarne nessuna, però voglio essere fiducioso per il futuro!”

Donatella B. 29 anni, Como: “Sono una giovane Mistress alle prime armi, e devo ringraziare il mio ex ragazzo per avermi fatto conoscere questo sito che mi sta aprendo le porte della perdizione! Ho già conosciuto dal vivo un paio di dolcissimi schiavetti pronti a soddisfare ogni mia fantasia di dominio, e devo dire che più tempo passa più la cosa mi intriga e mi eccita. Adoro anche l’attesa che si crea chattando, un aspetto fondamentale e ormai perso negli incontri di routine di tutti i giorni. La cosa in assoluto più bella da quando ho cominciato a conoscere questo mondo virtuale,è il numero elevato di utenti alle prime armi che non vedono l’ora di lanciarsi dal vivo, e – un po’ come me – stanno facendo training tramite questi siti!”

Chat BDSM: l’alternativa agli incontri dal vivo

Giunti al termine di questa breve guida sulle videochat BDSM, desideriamo accomiatarci dai nostri lettori con delle riflessioni di carattere generale sul mondo delle videochat BDSM.

Le chat e le videochat BDSM nascono con l’intento di offrire, agli appassionati del genere, una valida alternativa ai classici annunci ottenendo uno scontato predominio grazie alla loro interattività e alla possibilità di conoscere numerosi utenti con le medesime passioni in comune: non di rado questi siti finiscono con il diventare delle vere e proprie community virtuali, dove non è raro trovare amabili “chiacchierate” di gruppo nelle chat pubbliche.

Spesso attraverso le chat si pongono le basi per una conoscenza dal vivo, dove finalmente è possibile condividere, non più soltanto in modo virtuale, la propria passione per il BDSM: chiaramente questa non è la regola, perché per molti utenti è sufficiente il piacere del sesso virtuale.

Nella speranza che il nostro articolo abbia stimolato la curiosità dei neofiti del genere BDSM, invitiamo gli stessi lettori ad approfondire ulteriormente l’argomento, magari iscrivendosi e provando una delle chat BDSM che abbiamo provato.

CONTATTAMI IN PRIVATO!

Lascia un commento