CONTATTI BDSM ONLINE
Padrona Isabella Mistress

Padrona Isabella Mistress, unica ed autentica Dominatrice

Padrona Isabella, l’unica, vera ed autentica Mistress che ti farà sentire un vero schiavo sottomesso. Ti coinvolgerò nei miei giochi estremi, ti immobilizzerò, ruberò la …

Leggi tutto l’annuncio

Desideri incontrare partner disponibili nella tua zona?

Iscriviti ora!

Cosa significa il termine BDSM?

Quante persone possono dire di aver davvero sperimentato le pratiche BDSM? Questa sigla nasce dall'unione di tre differenti acronimi, ovvero Bondage e Disciplina (BD), Dominazione e Sottomissione (DS), Sadismo e Masochismo (SM). Almeno fino a poco tempo fa chi si affidava agli annunci bondage per svolgere determinate attività veniva considerato come affetto da disturbi parafilici, cioè un soggetto un po' strano, con interessi e gusti sessuali alquanto atipici e perversi. Questo implicherebbe che si tratti di attività abbastanza rare, ma è davvero così?

Nei fatti le inserzioni sadomaso sono in costante aumento, perché moltissimi uomini e donne amano trasgredire e vivere esperienze nuove che possano far sentire vivi. Essere legati, frustati, sculacciati o partecipare a un BDSM party sono infatti i desideri più ricorrenti e ciò lascia chiaramente intendere che si tratti di comportamenti tutt'altro che rari o fuori dai soliti schemi.

Bisogna poi considerare che il BDSM è una realtà abbastanza variegata che non deve essere necessariamente intesa in maniera negativa, ovvero associata a disturbi parafilici di sadismo e masochismo. Nel BDSM la presenza del dolore viene contemplata, ma non costituisce un elemento prevalente, visto che rappresenta un mero strumento per accrescere il piacere e le emozioni. Durante il rapporto possono inoltre presentarsi momenti di dolcezza e gratificazione. In altri termini, nel BDSM il dominatore compie tutto ciò che desidera il sottomesso, solo allo scopo di dar vita a un'esperienza erotica indimenticabile ed estremamente gratificante sotto ogni punto di vista.

Ecco, quindi, che il BDSM non è altro che un modo alternativo di vivere la sessualità, attraverso giochi e dinamiche che vedono come protagonisti il dominatore e il sottomesso legati soprattutto mentalmente.

Ruoli nel BDSM

Provare il potere del comando o la voglia di essere sottomessi è abbastanza ricorrente quando si parla di sesso e grazie alle chat BDSM o agli annunci per incontri sadomaso tutto questo può diventare finalmente realtà. Occorre però far presente che quando si mettono in pratica certe attività è fondamentale la definizione e la comprensione dei ruoli dei partecipanti.

Esiste, infatti, un dominante, che alcune volte viene anche chiamato Top, Master o Mistress, Owner, Dom, Padrone/a, il quale assume una posizione attiva all'interno della coppia o del gruppo, quindi gestisce e controlla la situazione, stabilisce la sceneggiatura del gioco e guiderà il sottomesso. L'eccitazione, il piacere e il godimento restano sempre a discrezione insindacabile del Top.

Nel BDSM c'è poi un sottomesso, altrimenti noto come schiavo/a, slave, sub o bottom, ovvero il soggetto passivo della coppia o del gruppo, la persona devota che dovrà prodigarsi per garantire il massimo piacere al suo padrone. Lo schiavo non prende mai alcuna decisione o iniziativa, ma si limita a eseguire le scelte della parte dominante.

In diverse situazioni può infine presentarsi anche lo switch, un elemento abbastanza versatile che all'occorrenza può trasformarsi da dominatore a schiavo e viceversa. Tutto ciò consente di vivere sessioni di BDSM sempre differenti, proprio perché switchando si modificheranno i ruoli e il gioco prenderà di conseguenza una nuova piega.

In ogni caso tutti i partecipanti dovranno sempre rispettare una parola di sicurezza, safeword, che permetterà di porre fine alle attività in corso. Questo stop assoluto rappresenta un segnale inequivocabile per far comprendere che il limite è stato ormai oltrepassato e un soggetto intende quindi fermarsi, senza che possano essere ammessi tentativi di convincimento da parte degli altri presenti.

Simboli del BDSM

Chi comincia ad approcciarsi all'affascinante mondo del BDSM è tenuto a conoscere i due più importanti simboli da rispettare. Il primo è l'emblema a forma di spirale che trae ispirazione dalla cultura celtica ed è stato coniato nel 1994 in modo che tutta la comunità BDSM possa riconoscersi sotto una sola bandiera.

L'altro simbolo è invece la bandiera dell'orgoglio leather, contraddistinta dai colori rosso, nero, bianco e blu, nonché realizzata nel 1989 dal noto attivista statunitense Tony DeBlase e sfoggiata per la prima volta durante l'International Mister Leather a Chicago.

Ulteriori simboli convenzionali sono poi il collare, che denota umiliazione e sottomissione, nonché l'head harness, una sorta di bavaglio che funge da museruola. I dominatori, invece, prediligono l'uso di abiti in pelle per esprimere potenza erotica.

Perché praticare bondage

Le ragioni che spingono sempre più persone a praticare anche con una certa costanza il bondage sono le più varie. Gli intriganti giochi sessuali condotti dal dominatore con la partecipazione del sottomesso possono essere non solo variegati, ma anche particolarmente travolgenti.

Le attività bondage comportano inoltre l'uso di tutta una serie di accessori appositamente pensati per raggiungere il massimo godimento, come ad esempio fruste, manette, catene, ganci e similari. Sono oggetti utili anche per eseguire la divaricazione e la sospensione di alcune parti del corpo, nonché al fine di immobilizzare del tutto il partner.

Il motivo principale per cui si ama il bondage è da ricercare nel fatto che certe pratiche riescono a generare una forte unione di coppia. Ci sono poi alcuni che amano solo ed esclusivamente l'estetica dei disegni delle corde sul corpo, ma non manca chi lo fa per esplorare a fondo la propria sessualità, nonché come preludio erotico. Bisogna comunque segnalare che molti non riescono a fare a meno del bondage perché adorano il senso di costrizione.

Ad ogni modo il bondage riesce a creare una certa connessione fra chi lega e chi è legato, legame che potrebbe dar vita a sensazioni inedite e del tutto inaspettate. Prima di iniziare a praticare bondage è bene informarsi adeguatamente sulle varie tecniche, per questo si può frequentare un corso con un insegnante qualificato, leggere articoli tematici e fare pratica in maniera soddisfacente e sicura.

A questo riguardo gli incontri BDSM possono rivelarsi un buon trampolino di lancio per trovare il Master, la Mistress o lo slave giusto. Sarà abbastanza semplice imbattersi in donne mature, sposate o meno, desiderose di sesso e con la voglia di oltrepassare certi limiti, oltre che in uomini fantasiosi e con una mentalità aperta. Insomma, le donne e gli uomini amanti del bondage sono più di quelli che si possa pensare, quindi non c'è modo migliore per iniziare la propria avventura selezionando gli annunci che possano fare al proprio caso.

Perché praticare sadomaso

Tanti si chiedono quale possa essere il fine ultimo delle pratiche sadomaso e come mai sono così popolari negli ultimi tempi. Il sadomaso non è per nulla raro nella società odierna e ha un forte impatto non solo nella vita sessuale, ma anche nella quotidianità, per questo ci sono molti curiosi con un gran desiderio di sperimentare. Almeno nelle relazioni sadomaso più mature e avanzate, il raggiungimento del massimo piacere avviene soprattutto a livello mentale.

La passione per il sadomaso accomuna più di 4 milioni di italiani e riesce a generare un godimento ad ampio raggio proprio per via della dinamica di potere che si viene a creare fra dominante e sottomesso. Quest'ultimo, infatti, viene gratificato dall'impotenza, mentre il primo dal forte senso di umiliazione e dal fatto di poter completamente disporre dello slave.

Nonostante la violenza inflitta e il dolore, nel sadomaso si vengono a creare anche dei momenti di pura tenerezza, attimi di rilassamento e di riappacificazione tra i protagonisti. In certe situazioni può infatti succedere che il Padrone si prenda cura del suo schiavo offrendogli anche dei premi, specie quando ha svolto alla perfezione il suo ruolo.

Il fatto che il sadomaso sia stato rappresentato in passato come qualcosa di squallido e degradante ha fatto sì che pratiche simili cominciassero ad avere una cattiva reputazione. In realtà certi rapporti piacciono così tanto perché riescono a stuzzicare la fantasia di tantissime persone e questo spiega come mai ogni giorno vengono pubblicati moltissimi annunci sadomaso che riescono a soddisfare esigenze diversificate.

Desideri incontrare partner disponibili nella tua zona?

Iscriviti ora!